Monterubbiano la Valdaso dal gusto orange

Monterubbiano è un piccolo e delizioso borgo in provincia di Fermo, che da tempo insieme ai comuni limitrofi della Valdaso sono diventati meta turistica della simpatica popolazione olandese, che in terra marchigiana ha trovato un terreno fertile per le proprie vacanze.

Monterubbiano, una meta turistica per molti vacanzieri dal Nord Europa

Nonostante la zona non sia celebre come la più rinomata Toscana, molti vacanzieri del Nord Europa stanno cominciando a preferire questa parte d’Italia, per la sua diversificata stratificazione geografica, che permette di godersi a pieno diversi scenari idillici: i Monti Sibilini, le colline che si alternano a verdi pianure, la costa adriatica, oltre alla rinomata gastronomia ed ai monumenti.

Skyline di Monterubbiano
Skyline di Monterubbiano

Ho incontrato casualmente la signora Gerry Polemans, poiché è una delle mie più accanite follower sul social Instagram e dopo essere scattata un’amicizia virtuale, abbiamo deciso di concerto un’intervista per pubblicizzare Monterubbiano nel suo bel paese e creare con il tempo dei rapporti bilaterali tra le due nazioni.

Gerry, suo marito Jos, intrepido viaggiatore e l’affettuosa cagnolina Dolce, sono divenuti a pieno titolo parte integrante del tessuto sociale del paese e mi accorgo subito di quanto calore giri attorno alla loro famiglia.

Sorvolando Monterubbiano con il drone

Prima d’iniziare l’intervista, di mattina presto comincio le mie operazioni con il drone. Un carabiniere, forse avvisato da qualche cittadino, si ferma e mi chiede tutta la documentazione inoltrata al Comune.

Monterubbiano vista dall'alto
Monterubbiano vista dall’alto

Volo stando attento ai cavi che mi preoccupano alquanto, ma dalle diverse posizioni aree, mi accorgo che la cittadina se pur piccola ha notevoli punti d’interesse.

Le persone che sono in piazza, gustandosi il caffè mattutino, sono quasi del tutto pensionati, sintomo che non c’è stato un cambio generazionale. Tutti, però accorrono con simpatia e mi fanno gli auguri per il mio lavoro e chiedono chi ragguagli sul funzionamento del Sapr, mentre altri raccontano parte della loro vita famigliare.

Dopo due ore di riprese, torno sui miei passi e mi incammino verso la casa della Signora Polemans. Lei e suo marito si godono il sole davanti ad uno scenario di altri tempi nel loro piccolo giardino, allietati dalla compagnia della silenziosa Dolce.

L’incanto di Monterubbiano, una delle meraviglie delle Marche

Incomincio la mia intervista chiedendo: “Signora Poelmans, perché le Marche?”

Jos Poelmans, il signore olandese che insieme al sua moglie Gerry e all’adorato cagnolino Dolce sono a pieno titolo marchigiani doc
Jos Poelmans, il signore olandese che insieme a sua moglie Gerry e all’adorato cagnolino Dolce è a pieno titolo un marchigiano doc

“Precedentemente sono stata in visita in Puglia, una regione bella ed ospitale, ma non ero sicura della mia scelta. Per puro caso delle persone mi hanno parlato dell’affascinante regione Marche, che se pur meno costosa della Toscana, non ha nulla da invidiare a quest’ultima, avendo tra l’altro molti spunti paesaggistici in comune. Una volta venuti qui, siamo rimasti così entusiasti che abbiamo deciso di dividere la nostra vita tra Olanda e Monterubbiano”.

“Qual è la caratteristica principale che le è piaciuta maggiormente di Monterubbiano, ed in generale delle Marche?”

“In primis, il suo paesaggio, oltre ai costi più abbordabili, rispetto a mete più gettonate. Nel raggio di qualche chilometro, si può passare dalla montagna al mare, con scenari che cambiano vicendevolmente. Inoltre, ogni borgo ha le sue attrattive, le sue leggende ed il suo retaggio culturale. Poi ci sono città come Ascoli Piceno e la più vicina Fermo, che fanno da cornice a questa meravigliosa regione con i loro meravigliosi centri storici. Un sogno per qualsiasi olandese in visita”.

“Com’è stato l’impatto con la popolazione locale, lei che è abituata a Veldhoven, che sicuramente ha una densità ed un’estensione maggiore di Monterubbiano?”

“Nel paese, siamo amati e rispettati e parte integrante del suo tessuto sociale, tanto che Jos, durante il gioco della giostra, si veste con abiti tradizionali durante le celebrazioni della Pentecoste. Gli abitanti, ci trattano con molto affetto, ci invitano a casa e non ci siamo mai sentiti mai degli stranieri ma dei monterubbianesi a pieno titolo. Tra l’altro non siamo gli unici, perché molti comuni limitrofi sono attrezzati da tempo ad accogliere nostri connazionali, oltre a tanti visitatori provenienti dal Belgio. Segnale che la Valdaso, ed in generale le Marche, hanno le potenzialità e le carte in regola per divenire una nuova meta turistica”.

“Quali sono gli aspetti negativi rispetto all’Olanda?”

“Mio marito ha viaggiato molto è conferma che l’Italia è uno dei paesi più belli del mondo, ma come in tutte le cose c’è sempre il rovescio della medaglia. Ci sarebbe molto da lavorare se le vostre istituzioni sapessero gestire meglio il territorio, arginando alcune difficoltà che ho riscontrato.

Il Farghetto locale tipico per la degustazione di cibi tradizionali a Monterubbiano
Il Farghetto locale tipico per la degustazione di cibi tradizionali a Monterubbiano

Citerei l’asfissiante burocrazia, le alte tasse, soprattutto l’Imu, che personalmente non giova al settore edilizio. Se potesse essere abbassata l’aliquota sono convinta che la vendita degli immobili subirebbe uno scossone positivo. Un’altra cosa che ho notato è la desertificazione commerciale che sta colpendo a morte molte cittadine, quindi la propensione dei più giovani ad abbandonare l’Italia. Le uniche aziende che vedo sopravvivere a stento sono quelle a conduzione famigliare, mentre chi vuole aprire una partita iva è destinato a lasciare il suo sogno marcire in un cassetto.”

Ci dirigiamo verso il Farghetto (Falchetto nel dialetto locale), in cui il proprietario ci delizia i sensi con ottimi prodotti tipici e del buon vino marchigiano. Prima, di accomodarci mi mostra la sua elegante struttura, in cui la muratura perimetrale di tutti gli ambienti è stata sapientemente sabbiata. In uno di questi mi mostra una stanza dove in bella evidenza sono stati posti degli oggetti d’altri tempi. La sua simpatia è degna del suo ristornate, che anima le fredde serate invernali con le innumerevoli presenze.

La mia breve intervista volge al termine, Jos mi accompagna per fotografare un antico arco in mattoni “faccia vista”, che incornicia mare e colline in una nutrita palette di colori… Quest’oggi il sapore pungente delle campagne circostanti Monterubbiano ha un gusto tutto particolare, un gusto “orange”, un gusto tutto olandese.

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *